fpschool.it logo

Incontri con l'autore | Stefano Schirato


Era il 1991 quando un camionista italo-argentino di nome Mario Tamburino venne sottoposto a ricovero nell'ospedale di Pozzuoli a causa di un bruciore agli occhi provocato da sostanze fuoriuscite dal carico che stava trasportando. Quel carico, proveniente da un'azienda specializzata in smaltimento dei rifiuti pericolosi, avrebbe dovuto essere sversato nelle campagne a nord di Napoli.

Da questo episodio prese il via l’inchiesta da cui emerse un traffico assolutamente illegale con evidenti collusioni tra gli imprenditori del Nord e alcuni politici campani, collusioni genericamente identificate con il termine ecomafia. Ecomafia oggi vuol dire un giro d'affari miliardario le cui conseguenze sono visibili terrificanti si possono misurare direttamente sulla pelle delle popolazioni che vivono nella cosiddetta Terra dei Fuochi, ovvero l'immensa area interessata dagli sversamenti.

Quando si parla di Terra dei Fuochi, si allude alle aree devastate dal business dello smaltimento dei rifiuti pericolosi e/o tossici, ovvero un'area che include ben cinquantacinque comuni nelle provincie di Napoli e Caserta, dove nell'ultimo quarto di secolo si calcola che siano state smaltite illegalmente milioni di tonnellate di sostanze pericolose.

Terra Mala di Stefano Schirato è un libro fotografico che racconta quali sono le condizioni di vita delle popolazioni che abitano queste terre. Si tratta di un reportage che ha richiesto anni perché il suo autore, Stefano Schirato, riuscisse a entrare all'interno delle delicate situazioni di vita quotidiana di chi da sempre vive nella Terra dei Fuochi. Del resto, per farsi un'idea di quanto grave sia la situazione, basta verificare come i tassi di incremento delle malattie tumorali siano in queste zone esponenzialmente più elevati che in qualsiasi altra zona d'Italia.

Terra Mala è un libro fotografico che racconta contemporaneamente la storia di un territorio devastato che uccide i suoi abitanti e una quotidianità fatta di bambini che muoiono di tumore e genitori che lottano contro la malattia e contro chi ha prodotto questo orrore, nella speranza di acquisire il diritto a un futuro migliore.

Il volume Terra Mala potrà essere acquistato e firmato dall'autore al termine della presentazione.

Intervista a Stefano Schirato

Stefano Schirato, Marzia Caccioppoli, 40 anni, fondatrice dell’Associazione “Noi genitori di tutti”.
Marzia ha perso il figlio Antonio, morto di tumore al cervello a 9 anni, Caivano, Caserta, 2015, dal libro Terra Mala. Living with Poison. © Stefano Schirato.Stefano Schirato, Spazzatura in via Cinquevie, nel cuore della Terra dei fuochi, Casalnuovo, Napoli, 2015, dal libro Terra Mala. Living with Poison. © Stefano Schirato.Dal libro Terra Mala. Living with Poison. © Steafano SchiratoStefano Schirato, Un tappeto appeso alla recinzione d’acciaio attorno al campo rom. In lontananza si alza una colonna di fumo nero, Masseria del Pozzo, Giugliano in Campania, Napoli, 2015, dal libro Terra Mala. Living with Poison. © Stefano Schirato.Stefano Schirato, Statua della Vergine Maria in una strada, Casalnovo, Napoli, 2016, dal libro Terra Mala. Living with Poison. © Stefano Schirato.Stefano Schirato, Funerale di Raffaela, 62 anni, morta a causa di un tumore, Afragola - Napoli, 2016, dal libro Terra Mala. Living with Poison. © Stefano Schirato.Stefano Schirato, Ida Pariante, 54 anni, cammina nel mezzo di una discarica illegale a Napoli. Sua figlia Martina è morta nel 2005 a causa di un nefroblastoma, quando aveva solo 9 anni., Napoli, 2015, dal libro Terra Mala. Living with Poison. © Stefano Schirato.Stefano Schirato, Sabrina Russo, 5 anni, sta combattendo con una leucemia linfoblastica acuta. Ora è nel periodo di mantenimento., Portici, Napoli, 2016, dal libro Terra Mala. Living with Poison. © Stefano Schirato.

Share
Link
https://www.fpschool.it/incontri_con_l_autore_stefano_schirato-d9361
CLOSE
loading